Un nuovo progetto pilota per portare lo smart metering in Moldavia

Posted on

Lo smart metering è una realtà sempre più diffusa a livello europeo e Maddalena si conferma come uno dei principali player del settore grazie alle partnership e ai progetti in Italia e all’estero. L’ultima in ordine di tempo è quella con Orange Moldova, parte del gruppo francese Orange, tra i principali fornitori di servizi di telecomunicazioni a livello europeo. Il progetto ha visto collaborare Orange Moldova e l’acquedotto SA Apa Canal per la creazione e l’implementazione sul territorio moldavo di un sistema di monitoraggio dei consumi idrici e raccolta dei dati basato su soluzioni smart.

Maddalena ha collaborato al progetto pilota “Smart Water. Meters solution”, attraverso la fornitura di 102 contatori volumetrici MVM con modulo radio ARROW WAN 868 MHz, che supportano il protocollo di comunicazione a basso consumo LoRaWanTM. L’installazione dei contatori all’interno di appartamenti e imprese private ha reso possibile la lettura automatica dei dati a distanza e la loro trasmissione al sistema di fatturazione online integrato del gestore della rete idrica. Inoltre, lo smart metering ha permesso di individuare e segnalare in modo tempestivo perdite e malfunzionamenti che possono portare ad addebiti ingiustificati e sprechi.

Lo scopo del progetto è modernizzare le infrastrutture urbane e migliorare da un lato l’operato di enti e organizzazioni operanti sul territorio, dall’altro sostenere lo sviluppo urbano in un’ottica di trasparenza, efficienza e maggiore precisione nella raccolta e trasmissione dei dati. Tra i risultati auspicati dal progetto vi sono quindi un maggiore efficientamento dei costi operativi per il fornitore e una maggiore fiducia da parte dell’utente finale.

L’implementazione dello smart metering permette infatti di eliminare la necessità di una lettura fisica dei contatori, sia da parte del personale della società di fornitura sia da parte dell’utente finale attraverso l’autolettura. La telelettura attraverso i contatori smart porterà quindi ad una raccolta dei dati di consumo più precisa, riducendo il rischio di errore nella lettura e nella successiva fase di fatturazione dei costi, contribuendo alla modernizzazione delle infrastrutture e portando alla realizzazione di città fondate su piattaforme aperte e interoperabili, sistemi flessibili e adattabili alle esigenze dei cittadini e delle città intelligenti del futuro. Per maggiori informazioni, si veda il video al link https://bit.ly/2tGCikt

 

  • Share