CONTATORI ACQUA UTILITY: situazione, previsioni e tecnologie

Posted on

Analizzando in modo attento il mercato EMEA, aiutati anche dai recenti dati dell’analisi “Water Meters Report, 2020” condotta da Omdia, si evidenza come dopo un forte 2019 (27M di unità spedite) il mercato dei contatori d’acqua ha subito nel 2020 una flessione del 15% principalmente dovuta alla situazione COVID19. Questa minaccia, che da ormai un anno ha mutato le nostre vite, sembra avere per questo settore solo un effetto di rallentamento momentaneo delle previsioni di crescita e probabilmente porterà nello scenario post pandemico ad un boost degli investimenti a medio-lungo termine verso l’adozione di smart meter, che a oggi rappresentano solo il 15% del parco contatori installato.

Entrando nel vivo delle tecnologie, è d’obbligo effettuare una comparazione, dati alla mano, di ciò che viene proposto e scelto dal mercato. “Osservando la divisione del mercato dei contatori residenziali di piccolo e medio calibro in base alla tecnologia di misura, risulta che circa il 50% è rappresentato da contatori volumetrici il 40% da contatori a velocità e il 10% da contatori statici. Interessante notare come le previsioni da qui al 2026 danno tutte e tre le tecnologie in crescita con una percentuale leggermente superiore per i contatori statici. La crescita dei contatori statici, inferiore a quella che ci si potrebbe aspettare, è influenzata dal declino di richiesta da parte degli Stati arabi del Golfo (fino a oggi principali driver). La crescente attenzione alle infrastrutture e all’acqua, driver di competitività e sviluppo industriale da parte dell’Europa, però stimolerà sempre più il mercato” commenta Giovanni Maddalena, Direttore Commerciale e Marketing Maddalena S.p.A.

Un esempio su tutti è quello del caso Italia dove il Decreto 93/2017 con l’obbligo di sostituzione dei vecchi contatori e la vita più lunga di 3 anni per i contatori statici, ne sta facendo crescere la domanda: e questa potrebbe diventare una tendenza anche per altri Paesi.

Attenzione però a dare per consolidata e matura la tecnologia statica che, anche se già largamente utilizzata in altre applicazioni (es. energia termica), è da pochi anni presente nell’ambito più complesso dell’acqua potabile e quindi necessiterà di una graduale evoluzione tecnologica e normativa. A oggi la Direttiva MID ad esempio è in ritardo rispetto ai prodotti disponibili, basti pensare alla componente integrata di comunica-zione del contatore (principale vantaggio) che viene considerata solo come “ancillary device” e quindi con nessuna valenza fiscale.

Inoltre le applicazioni Utility outdoor e deep outdoor richiedono una robustezza da parte degli strumenti utilizzati ben al di sopra della media (materiali e grado di protezione ambientale per poter durare più di 10 anni in campo). La crescita dell’adozione di contatori acqua statici andrà sicuramente in parallelo con la reale evoluzione degli investimenti sulla centralizzazione dati fissa che però si trova ancora agli inizi e di fronte ad una difficile scelta tecnologica (tecnologie cellulari contro tecnologie a banda non licenziata LPWAN).

Nell’attuale contesto i contatori volumetrici rappresentano una sicurezza nell’ambito delle applicazioni utility garantendo massima precisione ed affidabilità nel tempo. Inoltre questi contatori possono essere equipaggiati (resi smart) con le più moderne tecnologie di trasmissione dati in remoto (flessibilità scelta). Dimostrazione ne sono le scelte della Francia, faro in Europa dello smart metering per know-how e investimenti, che da molto tempo punta in modo deciso su questa tipologia di contatori “ibridi”(1/3 del parco installato in Francia è già oggi smart). La parola d’ordine deve quindi essere evoluzione graduale, scegliendo tecnologie affidabili, flessibili per la comunicazione dati e con un occhio all’attuale situazione ed esigenze degli specifici mercati” conclude Giovanni Maddalena.

Maddalena S.p.A.

Maddalena S.p.A. è una delle più importanti realtà internazionali nel settore degli strumenti di misura dell’acqua e dell’energia termica. Fondata nel 1919, ha costantemente evoluto la sua struttura aziendale e la sua offerta di contatori per uso domestico e grosse utenze, che oggi soddisfano le esigenze delle principali utility in tutto il mondo, grazie a più di 3 milioni di strumenti prodotti ogni anno. Lo stabilimento di Udine vanta la più alta capacità produttiva in Europa sotto un unico tetto e dal 2018 si annovera anche il sito produttivo di Remscheid per servire nello specifico il mercato tedesco. Precursore nelle tecnologie di trasmissione dati, Maddalena S.p.A. è impegnata nel continuo sviluppo di soluzioni secondo i nuovi paradigmi dell’IoT (2017 Frost&Sullivan AWARD). Maddalena S.p.A. è partner dal 2020, prima nel suo ambito, della Community Valore Acqua di The European House – Ambrosetti, che ha appena pubblicato, in occasione della Giornata Mondiale dell’acqua, la seconda edizione del Libro Bianco “Acqua: una risorsa chiave per il rilancio sostenibile del paese”.

 

Credits: Servizi a reteAprile 2021

SCARICA L’ARTICOLO ORIGINALE

  • Share